PRESENTATE A ROMA LE APPLICAZIONI E LE POTENZIALITÀ DEL MODELLO CO2MPARE

modello CO2MPARE

Il 12 Novembre si è svolto nella sede ENEA di Roma il Workshop "L'impatto carbonico delle politiche di coesione: risultati e prospettive delle attività del Progetto ES-PA" dedicato alle linee di attività previste per l’applicazione del modello CO2MPARE per stimare l’impatto sulle emissioni di CO2 dei programmi operativi nazionali e regionali finanziati con fondi europei.

L’evento, oltre alla presentazione dei primi risultati dell’attività, è stato un'occasione di confronto e di dibattito per affrontare insieme le criticità e per cogliere appieno le potenzialità del progetto, anche in vista del nuovo ciclo di programmazione dei fondi per le Politiche di Coesione 2021-2027.

Il seminario è stato introdotto dal Direttore del Dipartimento Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali dell'ENEA, Roberto Morabito e moderato dal Responsabile delle attività di CO2MPARE in ES-PA Roberto Del Ciello. La Coordinatrice ENEA del Progetto ES-PA Susanna Del Bufalo, ha presentato il Progetto ES-PA e fatto un primo bilancio di due anni di attuazione e lo stesso Roberto Del Ciello ha illustrato risultati e prospettive delle due linee di attività riguardanti l’Applicazione del modello CO2MPARE e degli strumenti per la selezione degli interventi (3.1.1) e la Contestualizzazione del modello CO2MPARE ad una Regione Pilota (3.1.2), per la cui attuazione è stata avviata, con diverse Strutture regionali e nazionali, una intensa collaborazione volta a garantire che le attività in oggetto rispondano quanto più possibile alle esigenze delle Amministrazioni coinvolte.

Sono quindi intervenuti:

Sandro Sanna del Centro Regionale di Programmazione-Regione Sardegna, responsabile per l'attuazione del Progetto Pilota con l'ENEA, il quale ha presentato i risultati dell'applicazione del modello CO2MPARE al POR Sardegna, l'integrazione del modello nella VAS del programma, le prospettive di sviluppo in vista della futura programmazione 2021-2027 e i legami con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda ONU 2030;

Valeria Crespi ed Elena Girola (Poliedra - Politecnico di Milano, Assistenza tecnica all'Autorità Ambientale Regione Lombardia) che hanno presentato l'uso del modello attraverso le programmazioni della Regione Lombardia;

Elisa Anna Di Palma (Task Force Ambiente del PON IeR), che ha portato l'esperienza sviluppata per l’applicazione del modello al PON Infrastrutture e Reti;

Infine Cosimo Antonaci (Agenzia per la Coesione Territoriale - NUVEC) ed Oriana Cuccu (PCM – Dipartimento Coesione - NUVAP) hanno illustrato rispettivamente le misure di decarbonizzazione nella Programmazione 2014-2020 e la sfida della decarbonizzazione nella Politica di Coesione 2021-2027.

PRESENTAZIONI: